martedì 22 novembre 2016

Mug cake al cioccolato fondente



La particolarità della Mug cake è che non si usano né gli stampini classici, né la solita tortiera, ma impasto e cottura avvengono in un mug, la classica tazzona del caffè americano

Ingredienti
¼ di tazza (45 gr.) di gocce di cioccolato fondente
3 cucchiai di latte intero
2 cucchiai di farina
¼ di cucchiaino di lievito per dolci
½ cucchiaio di olio di semi
3 quadratini di cioccolato fondente
1 cucchiaino di zucchero a velo

Preparazione

1. Unite il latte e le gocce di cioccolato nella tazza e fate fondere nel microonde per 40 secondi. Mescolate con una forchetta fino a quando tutto il cioccolato sarà sciolto. Unite la farina, il lievito e l'olio e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
2. Mettete i quadratini di cioccolato al centro del composto e coprite con il rimanente impasto. Mettete nel microonde e cuocete a 800W per circa 1 minuto e 15 secondi. Lasciate raffreddare per qualche minuto poi spolverizzate la tazza con zucchero a velo e servi ancora caldo.

lunedì 21 novembre 2016

Pasta al pomodoro in tre consistenze


La pasta al pomodoro, simbolo per eccellenza della cucina italiana, può diventare un vero piatto gourmet se realizzato con un po' di creatività. La ricetta che voglio proporvi oggi è dello chef Peppe Guida, anima dell’Antica Osteria Nonna Rosa di Vico Equense. La ricetta la scoprirete fra poco, ma intanto vi svelerò i segreti dello chef per una perfetta realizzazione di questo piatto.

1. Innanzitutto non eccedere nella cottura del pomodoro. La salsa deve mantenere un gusto fresco, per questo la cottura dev’essere rapida.

2. In questo caso la pasta non va “risottata”. È sufficiente passare la pasta nella salsa per gli ultimi due minuti di cottura, poiché un sugo come questo – preparato con i pomodori freschi – deve restare piuttosto sciolto.

3. Volendo, potete arricchire il piatto con una grattugiata di pecorino, da unire durante la mantecatura a freddo.

Ingredienti
320 gr di pasta di grano duro
1 spicchio d’aglio
300-350 g di pomodorini (varietà: piennolo o pizzutello o pachino o datterino)
olio extravergine di oliva q.b.
basilico

Preparazione

Metto 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva nel fondo di una padella. Fate profumare delicatamente l’olio con l’aglio, quindi versate la metà dei pomodorini schiacciati a mano (non tagliati).

L’altra metà dei pomodorini frullatela con il minipimer e passatela al setaccio per ottenere una purea di pomodoro fresco.

Unite la purea ai pomodorini schiacciati e fate cuocere per 3-4 minuti (se serve un po’ di liquido, aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta).

Nel frattempo iniziate la cottura della pasta in abbondante acqua salata. Scolate la pasta 2-3 minuti prima del tempo di cottura indicato sulla scatola.

Completate la cottura per un paio di minuti in padella con la salsa di pomodoro.

Regolate di sale.

Mantecate fuori dal fuoco con un filo di olio a crudo e basilico spezzettato.

domenica 20 novembre 2016

Insalata di pollo e ortaggi con maionese crudista alle mele



La ricetta che vi propongo è un’insalata di pollo, accompagnata da verdure e mele croccanti, con un tocco originale e in linea con le tendenze attuali di una cucina naturale e creativa. La maionese crudista alle mele dona al piatto la freschezza necessaria e la presentazione completa il tutto

Ingredienti per 4 persone
3 cosce di pollo
2 zucchine
1 peperone giallo
3 patate
mentuccia fresca
olio extravergine d’oliva
sale
pepe fresco
1 mela Golden Val Venosta
Per la maionese:
il succo di 2 mele Red Delicious Val Venosta
mezzo bicchiere d’olio extravergine d’oliva
il succo di mezzo limone
sale
pepe
Preparazione
Cuocete le cosce di pollo in un brodo vegetale, preparato con una carota, una costa di sedano e una cipolla. Versate il pollo in una pentola con l’acqua fredda e gli ortaggi e lasciate cuocere, fino a che sentirete che il pollo si stacca con facilità dalla carcassa. Una volta cotto, tagliatelo a cubetti e fatelo freddare.
Pulite e affettate a dadini le zucchine e il peperone e fateli saltare in padella con poco olio extravergine d’oliva. Una volta pronte, mettete le zucchine e il peperone in una ciotola e fate freddare.
Prendete le patate e tagliatele in due parti. Scavatele all’interno con uno scavino in modo da ottenere delle conche.
Con l’interno ricavate dei dadini e cuoceteli in acqua bollente.
Tagliate la mela gialla a cubetti della stessa misura delle verdure.
Preparate la maionese crudista: con un estrattore ricavate il succo dalle mele. Versatelo in un frullatore, aggiungete il succo di limone e l’olio a filo. Cominciate a montare la maionese fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Non vi resta che assemblare il tutto. Versate nella ciotola con le zucchine e il peperone, anche il pollo e i cubetti di patate. Insaporite il tutto con sale, pepe, olio extravergine d’oliva. Mescolate per bene e da ultima, unite la maionese e le foglioline di mentuccia fresca. Versate parte dell’insalata nei gusci di patate preparate prima e lasciate insaporire almeno mezz’ora prima di gustarla

Pizza con mele e cannella



Cosa c’è di più naturale e genuino di una buona fetta di pizza, realizzata con farine di qualità e resa ancora più deliziosa dall’incontro con le mele Val Venosta, profumatissime, aromatiche, croccanti. Vi assicuro che la pizza con le mele è quanto di più buono possa esserci!

Ingredienti
Per l’impasto:

200 gr di farina 0 macinata a pietra
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di zucchero
mezzo cucchiaino di sale
mezzo cubetto di lievito di birra
125 ml di acqua tiepida
Per il condimento:
2 mele (1 Golden Val Venosta e 1 Red Delicious Val Venosta)
2 cucchiai di miele
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di cannella macinata

Preparazione
1. Preparate l’impasto della pizza: versate la farina a fontana, versate l’olio sopra la farina e mescolate con le mali. Intanto sciogliete il lievito di birra e lo zucchero nell’acqua. Quando il lievito si sarà ben sciolto versatelo sulla farina e cominciate a impastare per 6-8 minuti fino a ottenere un impasto morbido ed elastico. Alla fine aggiungete il sale, impasta ancora. Coprire con della pellicola e lasciar riposare per 2 ore in un luogo tiepido.
2. Lavate le mele, affettarle sottilmente, conditele con il miele, il succo di limone e la cannella. Mescolate bene.
3. Quando l’impasto sarà lievitato, rimpastate velocemente, formate un disco sottile (sui 30cm diametro), cospargete con le fettine di mela, e infornate a 250°C.
Potete anche realizzare tante piccole pizzette tonde, da servire come merenda o in versione finger food.
4. Sfornate quando la pizza sarà dorata (circa 15 minuti), lasciate intiepidire e servire a spicchi

giovedì 17 novembre 2016

Matriciana per infusione di Davide Scabin



La cottura per infusione o “passiva”, resa famosa da chef come Davide Scabin e Elio Sironi, si basa sull’applicazione della conoscenza della temperatura di gelificazione degli amidi.
La cottura della pasta ha lo scopo di convertire l’amido in una forma digeribile. Il processo di cottura può essere schematizzato in tre fasi:
assorbimento dell’acqua, rigonfiamento dell’amido e sua gelatinizzazione. La temperatura di gelatinizzazione è circa 70-75°C.
Nella ricetta di Scabin bisogna notare:
1.l’uso di 5 l di acqua per circa 200 g di pasta in modo da avere una massa di acqua sufficiente a mantenere per i 9 minuti di infusione successiva il calore ad almeno 70-75°C;
2.la pasta viene fatta bollire (100°C) per due minuti in modo da idratarla velocemente nella parte più esterna;
3.infusione per 9 minuti per completare la gelatinizzazione dell’amido anche al cuore della pasta.

Ingredienti
500 g di bucatini
500 g di pelati S. Marzano frullati
2 spicchi d’aglio non sbucciati
40 g di vino bianco
0,5 g di peperoncino fresco
6 g di sale fino
150 g di guanciale tagliato a fettine sottili
80 g di pecorino
500 g di acqua

Procedimento
Mettere tutti gli ingredienti, tranne il pecorino, nella pentola a pressione a freddo.
Sistemarla chiusa sul fornello più grande con il fuoco al massimo.
Contare 11 minuti dal momento della chiusura e indipendentemente da quando la pentola inizia a fischiare.
A tempo scaduto, togliere la pentola dal fuoco e attendere che la valvola di sfiato faccia uscire il vapore.
Aprire, togliere il coperchio, eliminare l’aglio.
Con un cucchiaio di legno, unire il pecorino e servire aggiungendo una macinata di pepe nero

martedì 8 novembre 2016

Farsu magru


Anche se il nome potrebbe trarre in inganno (Falso Magro), in realtà si tratta di un piatto assai ricco a base di carne bovina imbottita con uova sode, formaggi, salumi e quant'altro la fantasia possa suggerirvi. Falso magro è, a dire il vero, "farci de maigre", cioè farcito di verdure, di magro ed è un piatto antico la cui preparazione si deve all'arte dei nobili Monsù, ai quali era affidato il compito di rendere degne della tavola le carni fibrose e dure dei "bovi da guasto", ovvero gli animali stroncati dalla fatica e dalla vecchia che non potevano più essere utilizzati per tirare l'aratro o le pesanti carrette


Ingredienti per 4 persone
1 fetta di carne di vitello da circa 800 gr
pangrattato
uva passa
pinoli
caciocavallo a tocchetti
parmigiano grattugiato
3 uova sode
alcune fette di salame
Per il ragù:
2 bottiglie di salsa di pomodoro
un battutto di cipolla, carota, sedano
qualche foglia di alloro
1 bicchiere di vino rosso
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Preparazione

Sistemate sopra la fetta di vitello del pangrattato leggermente abbrustolito, le fette di salame, i pezzettini di caciocavallo, l'uva passa precedentemente ammollata in poca acqua tiepida, i pinoli leggermente tostati e le uova sode a fettine. Arrotolate la carne in modo da creare una sorta di salsicciotto e chiudetela con dello spago da cucina.

A questo punto in una pentola capiente preparate un ragù: soffriggete nell'olio il battutto di cipolla, carota, sedano e alloro; aggiungete la carne e fatela dorare da entrambe le parti. Bagnate col vino rosso e dopo che questo sarà evaporato, aggiungete il pomodoro e lasciate cuocere per almeno 2 ore e mezzo. Quando la carne avrà assunto una consistenza tenera, fatela freddare su un piatto e tagliatela a fettine. Servite la carne cosparsa col ragù ben caldo.
Con il ragù se volete potrete condire anche dell'ottima pasta fatta in casa. Vi assicuro che rimarrete entusiasti dal sapore