mercoledì 30 marzo 2011

Voulevant ai profumi del mare

Ingredienti
Per la pasta sfoglia:
1° impasto
350 gr di farina Manitoba Rosignoli Molini
180 gr di acqua
5 gr di sale
2° impasto
500 gr di margarina per sfoglia
150 gr di farina 00 Rosignoli Molini
un rosso d'uovo
Per la farcitura:
un vasetto di salsa tartara Cascina San Cassiano
alcune gocce di aroma al salmone Flavourart
alcuni cucchiaini di uova di Capelin
un vasetto di tonno sott'olio Sicilian Exquisiteness

Preparazione 
L'impasto della sfoglia va realizzato in due tempi. Prepariamo il primo impasto, amalgamando gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lo copriamo e lo lasciamo riposare per 15 minuti. Procediamo alla preparazione del secondo impasto: con gli ingredienti amalgamati formiamo un panetto regolare.
A questo punto, prendiamo il primo impasto e lo stendiamo con il mattarello. Disponiamo il secondo impasto al centro del primo, chiudiamo bene in modo che non fuoriesca e con il mattarello lo stendiamo: prima per lungo (sempre nello stesso verso), poi lo ripieghiamo come fosse un libro e di nuovo fino a riformare un panetto. Alla sfoglia si danno 4 giri da 4. Tra un giro e l'altro la pasta va coperta e lasciata riposare per circa 20 minuti in luogo fresco. E' preferibile, vista la lunghezza delle operazioni, prepare la sfoglia il giorno prima.
Io, infatti, ho fatto così. Per realizzare, infine, la classica forma da voulevant, stendiamo la sfoglia su un piano di lavoro infarinato. Con l'aiuto di un coppapasta a cerchio di medio-piccole dimensioni, incidiamo la sfoglia e ricaviamo tanti cerchi. Con un coppapasta più piccolo e sempre a cerchio incidiamo il centro senza però arrivare in fondo alla sfoglia. A questo punto, possiamo passarli su un foglio di carta forno. Li spennelliamo  con il rosso d'uovo e li passiamo in forno a 200° per 20 minuti. Una volta sfornati, con l'aiuto di un coltellino togliete il centro in modo che siano pronti da farcire. Io per la farcitura, ho aromatizzato la salsa tartare con pochissime gocce di aroma al salmone ed ho completato con uova di Picolin e pezzettini di tonno

7 commenti:

  1. Che bontà!!! Te ne rubo uno!!! bacio

    RispondiElimina
  2. Ciao Olga, prendi pure tutti quelli che vuoi. Baci anche a te

    RispondiElimina
  3. Deliziosi, bravissima per il lungo procedimento della sfoglia! Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Non per vantarmi, ma questa ricetta è tutto merito mio che avevo fame fuori pasto :o) :o)

    RispondiElimina
  5. Grazie Sara. Ho imparato alcuni anni fà a preparare la pasta sfoglia al corso di cucina che ho frequentato. E' piuttosto lunga, ma vale la pena se si ha tempo per prepararla

    RispondiElimina
  6. che buoni questi bocconcini!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Mirtilla, la tua visita è sempre graditissima. Mi fa piacere che li trovi buoni

    RispondiElimina