domenica 15 maggio 2011

"Cucuzza longa" alla siciliana

Tegame Villa D'Este Home

Ingredienti
Una zucchina lunga siciliana
4 patate
1 cipolla bianca
peperoncino
pomodorini Pachino Casa Barone
basilico fresco
grana grattugiato

La ricetta che vi presento in questo post, è una zuppa tipicamente palermitana che si prepara con la zucchina lunga che in Sicilia chiamiamo “Cucuzza longa”. Pensate che può essere lunga anche un metro, è di colore verde chiaro e in cucina è un ortaggio molto utilizzato sia in primavera che in estate grazie al suo potere rinfrescante. La zuppetta che vi propongo può essere consumata calda, ma è ottima anche fredda. Si usa consumarla anche gettando nel brodo della pasta spezzata. Vi assicuro che è veramente strepitosa. Per fortuna al mercato di Ostia, città dove vivo, arriva fresca fresca e così posso continuare a cucinarla tutte le volte che voglio

Preparazione
La zucchina lunga siciliana va consumata privandola della buccia esterna. Con l'aiuto di un pelapatate quindi privatela della buccia e tagliatela in tocchi di medie dimensioni. Pulite le patate e tagliate anche queste a qoadrucci piuttosto grossi. In un tegame capiente, mettete alcuni semi di peperoncino e tagliate finemente la cipolla. Fatela rosolare, aggiungete la zucchina e le patate e lasciate insaporire alcuni minuti. Unite quindi i pomodorini Pachino e allungate il sughetto o con del brodo vegetale o semplicemente con dell'acqua. Lasciate andare la cottura fino a che il sughetto si sarà ristretto e la zucchina risulterà ammorbidita. Potete portare in tavola la zuppetta accompagnandola con dei crostini di pane abbrustolito, un filo d'olio estravergine d'oliva e del basilico spezzettato che darà un intenso aroma al piatto 

Con questa ricetta partecipo al contest di Gusto Shop dedicato ai cibi di Primavera e  i cui premi sono prodotti tipici italiani di Gustoshop.biz

5 commenti:

  1. io l'adoro questo piatto!! Che brava a proporlo... esattamente come deve essere fatto, con l'aggiunta di basilico.... concordo su tutto!!!
    baci

    RispondiElimina
  2. Ciao Ginestra, ti ringrazio moltissimo. Io adoro i piatti della tradizione perchè praticamente ci sono cresciuta e li amo proprio. Mi fa molto piacere che ti piaccia così come deve essere fatto. Ti do un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Cara Roberta,
    Sono davvero contenta di conoscerti, e di approdare di nuovo qui, anche se devo dire che già ti seguivo...
    Ma ora starò più attenta e non ti perdo più di vista:)

    Mi piacciono tanto i piatti regionali e specialmente siciliani, terra per la quale ho una grande passione!
    Buona settimana
    Barbaraxx

    RispondiElimina
  4. Ciao barbara, sono molto felice che sei passata. Anch'io ho intenzione di non perderti di vista. Un salutone

    RispondiElimina
  5. io la preparo allo stesso modo però, dopo che l'acqua bolle, vi
    rompo le uova intere: è squisita!

    RispondiElimina