giovedì 2 febbraio 2012

Malloreddus sardi alla campidanese


Questi tondeggianti e sodi gnocchetti di grano duro sono protagonisti in Sardegna di tantissimi momenti di festa. La ruvidezza, che deriva dalla lavorazione artigianale, rende questo formato di pasta particolarmente adatto a ragù profumati e intensi come quelli di selvaggina ma anche sughi rossi e bianchi piccanti. Pensate che la tipica forma rigata dei Malloreddus è data dal fondo di un canestro di paglia, detto ciuliri, in cui vengono fatti rotolare i bastoncini di pasta di semola. Il termine Malloreddus, significa "vitellini" e deriva dal nome dialettale Malloru, che ne sud della Sardegna indica il toro

Ingredienti per 4 persone
400 gr di Malloreddus
250 gr di salsiccia fresca (sarda)
400 gr di passata di pomodoro
1 cipolla dorata
zafferano
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
pecorino sardo stagionato
sale

Preparazione
Tritate la cipolla e lasciatela rosolare nell'olio per qualche minuto. Aggiungete la salsiccia tagliata a pezzetti e fate cuocere 10 minuti. Unite la passata di pomodoro, il sale, lo zafferano e cuocete a fuoco lento per altri 45 minuti circa. Cuocete i Malloreddus in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il sugo, completando con una spolverata di pecorino

10 commenti:

  1. Mi sono lasciata trascinare dal profumo di questo bel piatto invernale! Adoro i sapori e profumi di Sardegna..
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Elena, la Sardegna è una terra ricchissima di specialità alimentari e i Malloreddus sono tra i miei preferiti quasi al pari della fregola sarda, buonissima anch'essa. Bacioni

      Elimina
  2. non li ho mai provati a casa, sempre o al ristorante o fatti da qualcuno..ma adesso che ho la ricetta..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia, vedrai che se proverai a farli in casa ti riusciranno benissimo. Sono veramente buoni. Bacioni

      Elimina
  3. Ma quanto li adoro, anche io li faccio spesso, chiaramente non mi sono mai avventurata nell impresa di fare proprio anche il gnocchetto home Made....ma chissà....magari ci proverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, provare a fare il gnocchetto home made non è affatto un'impresa impossibile, anzi. Io ho provato qualche volta ed ho utilizzato il classico strumento per gnocchi. Vengono veramente bene. bacioni

      Elimina
  4. li ho assaggiati ma mai preparati; hanno un gusto delizioso. grazie per la ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Stefania. Concordo sul fatto che sono deliziosi. Un abbraccio

      Elimina
  5. Sono buonissimi !!! io gli adoro !!!

    RispondiElimina
  6. Che buoni...........Devono essere profumatissimi..............Ciaooo

    RispondiElimina