martedì 22 maggio 2012

Tortino cremoso di patate viola


Ieri al mercato il mio sguardo è caduto su delle patate di cui avevo spesso sentito parlare, ma che in realtà non avevo ancora mai provato. Si tratta delle patate vitellotte. Queste oltre ad attirare per il colore viola intenso, hanno anche una forma oblunga e irregolare, un po' grumosa e sono di dimensioni piuttosto piccole. Originarie dell'America meridionale, nel territorio compreso tra il Perù e il Cile, questa tipologia di patata viene attualmente coltivata in Francia, soprattutto nella zona della Picardie. Sono patate dal gusto antico, non modificate geneticamente e si prestano in cucina a preparazioni originali e d'effetto. Si può scegliere di prepararle come delle normali patate, fritte, lessate o in purea oppure si può serprendere chi le mangerà utilizzandole per preparare ad esempio dei gnocchi o per guarnire dei piatti dando a questi un tocco di colore.
Insomma non ho potuto proprio fare a meno di acquistarle, tra l'altro hanno anche un forte potere antiossidante, perfino superiore a quello dei mirtilli, quindi fanno molto bene alla salute

Ingredienti per 4 persone
500 gr di patate vitellotte
250 gr di ricotta
1 uovo
una spolverata di noce moscata
parmigiano grattugiato
burro
sale
Per la farcitura:
alcune fettine di speck
formaggio cremoso a vostra scelta (ad es. fontina)

Preparazione
Fate bollire le patate con la buccia in acqua salata. Scolatele, privatele della buccia e con uno schiacciapatate rendete a purea. Mescolate quindi alle patate del burro a fiocchetti, la ricotta, l'uovo, il parmigiano, e insaporite con un pizzico di sale e la noce moscata.
Prendete degli stampini da forno e ungeteli leggermente. Adagiate all'interno una parte del composto e farcitelo con delle striscette di speck e con qualche dadino di formaggio cremoso. Richiudeteli con altro composto e con le mani cercate di dare loro delle forme omogenee
Sopra ad ognuno mettete una spolverata di parmigiano e un fiocchetto di burro e passate in forno a 180° per non più di 25 minuti
Per servirli io vi potrei consigliare diverse opzioni. La prima potrebbe essere quella di preparare una salsa piuttosto densa al parmigiano oppure allo zafferano. Potrete adagiare i tortini sulla salsa e servirli ben caldi
Io ad esempio li ho serviti accompagnandoli con dei crostini. Ho preso del pancarrè e ho tagliato le fettine a triangoli. In una ciotolina ho versato un uovo e l'ho insaporito con sale, pepe e delle erbe aromatiche (menta, timo limonato, origano fresco). Ho passato le fette di pancarrè nell'uovo e prima di richiudere ho messo all'interno anche un po' di formaggio cremoso. Ho passato il pane nel pangrattato e ho fritto i crostini. In questo modo la morbidezza del tortino di patate si è sposato molto bene con la croccantezza del pane





5 commenti:

  1. confesso di non aver mai mangiato le patate viola però questo tuo tortino è meraviglioso nell'aspetto e sicuramente nel sapore :-)

    RispondiElimina
  2. mi piace e sono curiosa di assaggiare queste patate..
    baci

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo queste patate. Mi hai incuriosito, il tuo tortino è così particolare.Ciao.

    RispondiElimina
  4. un tortino delizioso (io non riesco mai a trovare le patate viola!) Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. non le ho mai assaggiate..ma mi incuriosiscono tanto!!

    RispondiElimina