venerdì 11 febbraio 2011

Lusinghe di cannoli ammiccanti

Ingredienti
Per la pasta:
200 gr di farina
20 gr di burro
20 gr di zucchero
1 albume
olio per frittura
2 cucchiai di Marsala
Per la farcitura:
400 gr di ricotta
200 gr di zucchero a velo
cioccolato fondente
scorze di arancia candita
altra frutta candita
Preparazione
Burro sciolto, zucchero e Marsala precipitano nel cratere di un vulcano di farina, perchè con essa amano trasformarsi in pasta, assecondando l'atto generativo di mani abili. Dopo la creazione, la palla dell'impasto riposa umida nel riparo riservato di un tovagliolo. Nel frattempo, la ricotta, raffinando le sue forme nel giogo di un setaccio, scende filante nella ciotola e ricopre il suo niveo candore con un velo di zucchero.Si ingioiella di frutti canditi: topazi di arance, smeraldi di pera, rubini di ciliegie e perle di cioccolato fondente. Il clima temperato del frigo rende tonico il suo aspetto prima della sua nuova comparsa. Fuori, fervono altri giochi: il mattarello adagia la pasta a sfoglia; il seno di una coppa di chamapagne tratteggia su di essa ampi dischi; impertinenti questi si avvalgono attorno a cannelli di latta lubrificati d'olio, lasciandosi pennellare sui lembi estremi della spuma dell'albume per fissarsi inesorabilmente chiusi al tutore. Avvolti a lui, indorano nell'olio e ormai croccanti prendono il nome adulto di cannoli. Raffreddati nel corpo, ritti e ampollosi offrono il ventre alle grazie languide della ricotta, che li colma, ammiccando sui due estremi, con i capezzoli turgidi di due mezze ciliegine candite

Con questa ricetta partecipo al contest proposto da http://it.julskitchen.com/life/ "Se tu fossi una ricetta"  in collaborazione con  Macchine Alimentari (www.macchine-alimentari.it), lo sponsor del concorso.
 Cara amica, Se fossi una ricetta io sarei certamente un cannolo e non sarei un semplice dolce ma sarei una vera e propria poesia come quella descritta magnificamente in questa ricetta a me cara tratta da un libro magnifico "Marsala grand gourmet" di Mario Busso e Carlo Vischi. Ho scelto questa ricetta perchè i suoi ingredienti mi appartengono. Io sono siciliana e per me la ricotta, il Marsala, la frutta candita fanno parte delle mie origini e hanno segnato da sempre la mia storia gastronomica. Io mi sento un pò come l'involucro del cannolo: dentro ho una deliziosa farcitura fatta di storie di cucina, sapori e odori inconfondibili. Grazie per questo splendido contest

4 commenti:

  1. ciao Roberta, grazie per la tua partecipazione! sei stata velocissima e davvero brava!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per il bellissimo contest

    RispondiElimina
  3. mmh..da impazzire!
    BRAVISSIMA!

    RispondiElimina
  4. Grazie Monica, mi fa piacere che ti facciano ques'effetto

    RispondiElimina