domenica 20 gennaio 2013

Ravioli dolci di patate e mele


Il lunedì è la giornata dedicata alle ricette della collana scuola di cucina Slow Food. Visto che siamo vicini al Carnevale, ho scelto per l'occasione la ricetta (proposta da Franco Zublena, Aosta) dei Ravioli dolci di patate, che potrete trovare all'interno del volume "Biscotti e piccola pasticceria".
Come sapete, in molte regioni italiane, con il termine ravioli si indicano anche delle preparazioni dolci il cui ripieno varia: purea di frutta, marmellata, ricotta,formaggio, ecc. Tanto per fare qualche esempio di preparazioni piuttosto conosciute vi potrei citare le Seadas, tipiche della Sardegna (grossi cerchi di pasta di grano duro fritti in olio d'oliva con ripieno a base di formaggio pecorino appena fermentato e amalgamato sul fuoco con scorza di limone o arancia); in Lombardia, invece, si confezionano i tradizionali ravioli dolci, ripieni di amaretti, cacao, cedro, biscotti e latte, che vengono fritti e spolverati con zucchero a velo vanigliato; in Sicilia amiamo preparare le Cassatelle, ravioli fritti ripieni di ricotta di pecora e cioccolato fondente. Insomma, si potrebbe continuare con tantissime preparazioni. La ricetta dei ravioli dolci di patate e mele, è invece tipica della Val d'Aosta e vi consiglio di provarla perché la farcitura a base di mele è davvero deliziosa.
Prima di passare alla ricetta, vorrei inserire un piccolo consiglio, dietro suggerimento di una lettrice che mi ha lasciato un commento molto interessante, chiedendomi cosa bisogna tenere presente nella ricetta perchè possa essere provata anche dai celiaci.
Il mio consiglio primario è senz'altro quello di verificare sempre gli alimenti consentiti cercandoli sul prontuario disponibile anche nella versione on line dell'AIC (Associazione italiana Celiachia). Come molti di voi sapranno,i cereali non permessi ai celiaci si ritrovano in numerosi prodotti alimentari ed il rischio di contaminazione accidentale da glutine è spesso presente nei processi di lavorazione dell’industria alimentare. Io non sono certamente un'esperta, ma posso senz'altro dirvi che anche quando si cucina in casa bisogna assolutamente fare in modo di stare attenti a tutto ciò che si maneggia in cucina: dal sale, alle farine, all'uso dei forni, ecc.
Per fortuna ci sono negozi specializzati in cui è possibile trovare mix di farine senza glutine che nel caso della ricetta che ho proposto possono essere benissimo utilizzate per la preparazione dei ravioli.
Per quel che riguarda le patate, vi consiglio di utilizzare quelle fresche. La frutta fresca, stando al prontuario, è consentita, quindi anche per le mele non dovrebbero esserci problemi.
Per il resto, bisogna stare attenti come vi dicevo a non contaminare utensili e oggetti da utilizzare per la preparazione dei piatti destinati a chi soffre di celiachia.

Ingredienti
1 kg di farina di grano tenero tipo 00
6 patate non molto grosse
4 mele renette
4 uova
un etto e mezzo di burro
150 gr di zucchero semolato
2 bicchieri di vino rosso valdostano
un pezzetto di cannella
0,5 gr di vanillina
1 pizzico di sale
Per la frittura
olio extravergine d'oliva
zucchero semolato

Preparazione
1. Tagliate le mele a pezzetti e ponetele a macerare con lo zucchero, il vino e la cannella

2. Bollite le patate con la buccia, spellatele e passatele nello schiaccia patate

3. Ammorbidite il burro e impastatelo con la farina, le uova, la purea di patate, la vanillina e un pizzico di sale, fino a ottenere con l'aggiunta di un pò d'acqua, un impasto elastico. Lasciatelo riposare per circa 30 minuti.

4. Stendete l'impasto non troppo spesso su una spianatoia e con uno stampino rotondo o un bicchiere, ricavate dei dischi. Disponete la purea di mele sui dischi di pasta, coprite con altri dischi e sigillate i bordi come si usa per i ravioli


5. Mettete al fuoco le mele per qualche minuto, fino a ottenere una crema non troppo fluida


6. Friggeteli, pochi per volta, in olio d'oliva caldissimo. Scolateli, cospargeteli di zucchero semolato (io ho preferito quello a velo) e serviteli


Ed ecco i ravioli pronti all'assaggio



14 commenti:

  1. Stupendi!!!! Complimenti.


    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna, un abbraccio

      Elimina
    2. E per i celiaci? In famiglia siamo in 4 (3 bambini ed un adulto)! Sta aumentando il numero di coloro che risultano sensibili al glutine tra le persone attorno a me (sospetto sia dovuto all'aggiunta massiccia di glutine per pastificare ed altro).
      Roberta, per favore, puoi aggiungere (dove si può) il consiglio-ricetta per coloro che non possono usare frumento e farine contenenti glutine? Grazie!

      Elimina
    3. Carissima Luisella, il tuo commento mi fa molto piacere. Hai perfettamente ragione sul fatto che il numero di celiaci aumenta ogni giorno che passa e accolgo con grande piacere la tua osservazione.
      Inserisco senz'altro nella ricetta un consiglio per i celiaci. Grazie ancora per il tuo intervento

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ciao Elisabetta e grazie anche a te. Un saluto

      Elimina
    2. volevo sapere la quantità di burro necessaria visto che non è contemplato nella legenda degli ingredienti.
      Grazie.
      Penso che .....saranno così buoni che mi viene l'acquolina in bocca!!!!!

      Elimina
    3. Per la preparazione serve un etto e mezzo di burro. Se li provi vedrai che ti piaceranno. Un saluto

      Elimina
  3. Domanda: il punto 4 va prima del 5?
    grazie!

    RispondiElimina
  4. Rispondo alla tua domanda. Si, il punto 4 va prima del cinque nel senso che bisogna procedere a preparare la salsa di mele in contemporanea con l'impasto in modo che mentre l'impasto riposa, la salsa avrà il tempo di freddarsi. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MI DITE COE POSSO FARE PER STAMPARE LE RICETTE ? MI PIACEREBBE TENERLE SEMPRE A DISPOSIZIONE........ grazie pAOLA

      Elimina
  5. Gentilissima Paola, posso consigliarti di farti dei piccoli word in cui raccogliere le ricette per categorie. Se posso aiutarti in qualche modo fammi sapere. Un saluto

    RispondiElimina
  6. Hello, not long listed on the mailing list about a number of internet website marketing web site and from now on I personally retain receiving so many email messages
    inside my inbox so it nearly messed up that current email address.
    Along with the unsubscbribe website link does not work properly
    frequently. Are you able to being a tumblr advocate me what
    direction to go, because I might enjoy to keep that current email address.
    My site :: Background Check

    RispondiElimina